ES / ENG

Steward: chi è, cosa fa e perché è importante per la tua promozione

blankLo steward è una figura fondamentale per chi fa promozione, per chi deve vendere un prodotto o deve semplicemente migliorare ed efficientare l’immagine del brand

Attorno a questa figura ruotano alcuni pregiudizi e alcuni falsi convincimenti. Dunque, è bene approfondire e chiarire ruoli, mansioni, competenze.

Chi è lo steward: una definizione

Nel gergo comune con il termine steward si intende quella figura professionale che cura la sicurezza degli eventi, in genere sportivi. 

In ambito marketing e sales, invece, lo steward è quella figura che cura l’interazione con i clienti e potenziali clienti per conto di un’impresa, di un’azienda, di un marchio, di un esercizio commerciale. Opera anch’esso all’interno di eventi, ma di natura promozionale. 

A tal proposito, è bene rispondere a una domanda che in genere si pone chi non ha ben chiaro in mente il ruolo dello steward.  Che differenza c’è tra steward e hostess? La risposta più semplice è: nessuna. I due termini indicano la medesima figura, semplicemente lo steward è sempre uomo e l’hostess è sempre donna. Nella pratica, può capitare che alcune attività vengano delegate più frequentemente a una figura piuttosto che all’altra. 

Per praticità, d’ora in avanti daremo informazioni che risultano valide tanto per lo steward quanto per le hostess.

Perché lo steward è importante

Formalmente, ma anche nella pratica lo steward…

  • Accoglie i partecipanti all’evento
  • Interagisce con loro
  • Li guida alla fruizione dell’evento (es. introduce le tematiche, gli eventuali ospiti etc.)
  • Illustra i valori, le caratteristiche e la mission del brand
  • Descrive il prodotto e persuade al compimento di un’azione (vendita spesso, ma non solo). 

Lo steward agisce dunque one to one, oppure one to few. Potremmo definirlo come una figura di assistenza e promozione.

Perché lo steward è così importante? Sulla sua importanza non ci possono essere dubbi, dal momento che è sempre presente negli eventi. Ecco i motivi che lo rendono irrinunciabile. 

  • Promuove attraverso l’interazione. La promozione può essere condotta con una pluralità di canali, dai più semplici ai più complessi. Tuttavia, l’interazione one to one è sempre la più efficace. Grazie ad essa, si stabilisce un contatto tra promotore e potenziale clienti, la trasmissione delle informazioni è più efficace perché si sviluppa su più livelli. In un certo senso, coinvolge di più. 
  • Trasforma il brand in qualcosa di tangibile e reale. Il brand è in un certo senso un mondo fatto di valori, messaggi, obiettivi, propositi etc. Comunicare tutto ciò non è necessariamente complicato. Ben più complicato è creare una sintonia tra brand e potenziale cliente. Ovvero, coinvolgere e porre le basi per un rapporto di fiducia, favorire la pratica dell’acquisto e della fidelizzazione. Ora, è più facile istintivamente fidarsi di una persona che di un freddo messaggio pubblicitario. Da qui, l’importanza di disporre di una figura che impersonifichi il brand, come a tutti gli effetti lo steward fa. 
  • Risolve problemi. Al di là di tutti i discorsi sulla persuasione, lo steward è utile in quanto “risolve problemi”. Problemi concreti, riguardo la fruizione dell’evento o del prodotto attualmente in promozione. Problemi un po’ meno concreti ma comunque urgenti, legati al significato del prodotto stesso, ai suoi usi simbolici etc. Li risolve fornendo informazioni, con l’uso della parola e quindi per mezzo dell’interazione.

In buona sostanza, l’attività di uno steward preparato stimola da un lato gli acquisti e dall’altro pone le basi per un rapporto brand-cliente duraturo e soddisfacente. 

quali sono le differenze tra hostess e promoterIn quali attività è implicato lo steward

Fin qui, abbiamo parlato di eventi. E’ bene però specificare da un lato la gamma di eventi per cui lo steward può dare un contributo e dall’altro gli altri ambiti in cui questa figura può agire.

Per quanto concerne gli eventi, questi possono essere a tema o fieristici. Nel primo caso, l’evento diventa uno strumento di marketing primario, brandito direttamente dall’azienda per promuovere il proprio brand o servizio. Nel secondo caso, l’azienda partecipa con un proprio stand all’interno di un evento pensato per altri scopi, ma che attira almeno in parte un target affine. Si sfrutta, in questo caso, la capacità di un evento organizzato da altri di attirare pubblico in linea con le proprie esigenze. 

Tuttavia, gli steward possono agire anche all’interno degli store, proprio nei punti vendita. La loro mansione è la medesima, sebbene sia più improntata a finalizzare l’acquisto. D’altronde, l’obiettivo è fisicamente a portata di mano. La presenza di steward preparati, e che operano in spazi opportunamente attrezzati, diventa uno strumento per efficientare il punto vendita e aumentare in modo drastico le vendite. 

Come diventare steward?

La risposta è più complessa di quanto si possa immaginare. Infatti, non esiste un titolo di studio che certifichi le competenze da steward, o un percorso di formazione ufficiale che permetta di maturare competenze necessarie allo svolgimento di questa professione. 

L’unico modo per diventare steward, dunque, è… Fare gli steward. Ovvero, porsi sotto l’egida di un’agenzia di marketing operativo piuttosto che di un esercizio commerciale/azienda che abbia dalla sua un team ben rodato di figure promozionali. 

L’assenza di titoli e di percorsi formali rende molto complicato per chi è alla ricerca di uno steward evitare gli improvvisatori, o riconoscere dei buoni professionisti quando se li si ritrova davanti.

Questa amara verità introduce un altro tema, ovvero la necessità di affidarsi a specifiche realtà, piuttosto che confidare esclusivamente sulle proprie capacità di improvvisazione. 

Le attività di promozione e il problema degli steward

 Le attività promozionali in loco, che prevedono un’interazione con il potenziale cliente, sia essa gestita all’interno di un evento o in store, sono fondamentali per chiunque vende un prodotto o un servizio. Di conseguenza, è fondamentale disporre di una figura come lo steward, o che ne faccia le veci.

L’errore più grande è di assegnare tale ruolo a una risorsa interna, che magari viene pagata e formata per fare tutt’altro. Si tratta di un errore di sottovalutazione dell’importanza dello steward, e delle competenze associate a tale figura. Il risultato è il fallimento dell’attività promozionale. Nella migliore delle ipotesi, un’occasione persa. 

Occorre fare riferimento, dunque, a steward professionisti, qualificati e con tanta esperienza alle spalle. Qui emerge un altro problema: come riconoscerli? Come già accennato, non c’è un titolo di studio che certifichi le loro capacità. 

Il consiglio è di affidarsi direttamente alle agenzie di marketing operativo. Infatti, esse non solo mettono a disposizione un team di steward in grado di svolgere l’attività promozionale con efficienza, ma guidano il cliente nell’organizzazione di eventi, o nella partecipazione a eventi altrui (es. con stand). 

Tra le migliori agenzie di marketing operativo italiane spicca Hostess&Promoter.

Noi di Hostess&Promoter guidiamo i nostri clienti nelle attività promozionali sul campo, mettiamo a disposizione steward (e ovviamente hostess) in gamba, ben capaci di persuadere, intrattenere, instruire. 

Accompagniamo il cliente in tutte le attività di promozioni, dall’organizzazione degli stand fieristici alla gestione degli spazi in store, dalla pianificazione di eventi alle azioni di guerrilla. 

Affidati a noi, compila il form sottostante per ricevere un preventivo