ES / ENG

Field Marketing per rafforzare la brand awareness

field marketing

Questa foto è stata scattata prima del Covid-19

Il field marketing è uno degli strumenti più antichi del marketing operativo ma, nonostante questo, continua ad essere una delle leve più utilizzate nelle campagne promozionali, anche nel 2022. 

Quando si parla di marketing sul campo, questa è la traduzione italiana del termine field marketing, ci si riferisce a tutta quella serie di azioni che vengono messe in atto sia per stimolare quella che in gergo viene definita brand awareness, ovvero la conoscenza del brand da parte del proprio target di riferimento, che per raggiungere altri specifici obiettivi di business. 

Il compito del field marketing è quello di mettere in contatto i brand con i loro potenziali clienti direttamente all’interno degli store, oppure all’aria aperta, nelle piazze o nelle strade di grandi metropoli, o di piccole cittadine. Insomma, in qualsiasi luogo si trovino i tuoi potenziali clienti, il field marketing ti dà la possibilità di raggiungerli e di farti conoscere, ovvero di far nascere un rapporto vero e diretto, un rapporto impossibile da raggiungere con altri mezzi di comunicazione come, ad esempio, il web. 

Ma qual è la forza del field marketing? Come è possibile che questa leva di marketing rimanga uno degli strumenti più efficaci per fare brand awareness nonostante l’avvento del digitale? Ma soprattutto, come può un brand stabilire una connessione con il proprio target di riferimento senza utilizzare il digitale?

In questo articolo noi di Hostess&Promoter, agenzia di marketing operativo specializzata in field marketing, risponderemo a tutte queste domande e ti spiegheremo perchè il field marketing è lo strumento migliore per incrementare e rafforzare la brand awareness della tua azienda. 

I vantaggi del field marketing: costruzione di esperienze,  rapporto umano e capillarità sul territorio. 

Come abbiamo già spiegato nel paragrafo precedente, il field marketing è uno strumento fondamentale per incrementare la brand awareness, ovvero per far conoscere un brand e creare uno spazio nel cuore dei suoi potenziali clienti.
Il field marketing, tuttavia, non serve solamente per promuovere il brand, ma anche prodotti e servizi, e quindi agisce anche sul grado di conoscenza del prodotto da parte del pubblico, ovvero su quella che in gergo viene definita product awareness

Ma com’è possibile che le strategie di field marketing, ovvero delle azioni di marketing che si svolgono nella vita reale, possano essere così performanti anche nell’epoca della supremazia digitale? La risposta a questa domanda, in realtà, è abbastanza semplice. Una campagna di field marketing ben strutturata, infatti, mette in campo tre vantaggi fondamentali che permettono sì, di stimolare brand e product awareness ma soprattutto di creare relazioni.

Questi  3 vantaggi, nello specifico, sono:  

  • la possibilità di coinvolgere il target in delle vere e proprie esperienze emozionali,  grazie a quello che in gergo viene definito experiential marketing;                                       
  • la capacità di stabilire una relazione significativa con il proprio target grazie all’aiuto di profili professionali come hostess, promoter o brand ambassador,  specializzati nel coinvolgimento e nella vendita; 
  • la possibilità di agire capillarmente su tutto il territorio, sia all’interno degli store che all’aria aperta, andando a selezionare i luoghi in cui il tuo target trascorre la sua quotidianità. 

Cercando di riassumere questi tre vantaggi, si potrebbe affermare che: la forza del field marketing, nell’incremento della brand awareness, risiede nella possibilità di interfacciarsi  direttamente con il target e con i potenziali clienti del tuo brand.

Andiamo adesso scoprire, nello specifico, quali sono le campagne di field marketing più adatte ad incrementare la brand awareness

Marketing Emozionale - Mondo Convenienza

Questa foto è stata scattata prima del Covid-19

Quali sono le campagne di field marketing più adatte ad incrementare brand e product awareness? 

Per poter spiegare quali siano le campagne di field marketing più adatte a incrementare la brand e la product awareness è necessario, innanzitutto,  suddividerle in due grandi macro gruppi:

Ovviamente, le campagne in store sono quelle che si svolgono all’interno dei negozi mentre quelle outdoor sono quelle che si tengono all’aria aperta. 

In realtà però, il successo di una campagna di field marketing non è da imputarsi solamente alla sua tipologia, ma anche ad una profonda conoscenza del brand che si deve promuovere, dei prodotti o servizi che offre e, soprattutto,  del suo target di riferimento

Contare solamente sul field marketing per incrementare la brand awareness, senza avere idea di quale sia il proprio pubblico o di quale sia la brand positioning, potrebbe essere molto rischioso per un’azienda, perché sarebbe impossibile strutturare tutte le azioni proprie della fase di preparazione di una campagna di field marketing. Ovvero quelle azioni che permetteranno alla campagna di field marketing di raggiungere gli obiettivi prefissati. 

Queste azioni sono:

  • la selezione di profili professionali in linea con il brand e con quello che rappresenta;
  • la circuitazione del target e la  scelta dei luoghi in cui le campagne dovranno svolgersi;
  • la progettazione e la realizzazione dei materiali promozionali più adatti allo svolgimento della campagna; 

A grandi linee, comunque, molto dipende dal settore in cui il brand opera, e dalla capacità del suo team di marketing di generare strategie vincenti.

Se il tuo brand opera nel settore food, una delle strategie migliori per incrementare la brand awareness è quella di strutturare delle campagne di in store promotion che prevedano l’organizzazione di esperienze, magari accompagnare ad un servizio di tasting, ovvero alla degustazione dei prodotti. Clicca qui per scoprire il Case History Redbull >

 Una soluzione che se ben studiata permette di incrementare notevolmente l’awareness di qualsiasi brand è quello che in gergo viene definita guerrilla marketing, ovvero una promozione fortemente d’impatto e basso costo, che viene realizzata facendo leva sull’immaginario degli utenti. 

Anche il guerrilla marketing, ovviamente, fa parte delle strategie attuabili all’interno di una campagna di field marketing

Perché rivolgersi ad un’agenzia specializzata in field marketing per la tua campagna di brand awareness?

Per organizzare una campagna di field marketing con l’obiettivo di incrementare la brand awareness della tua azienda è essenziale che tu ti rivolga a degli specialisti, che possano fornirti sia il loro supporto che, contemporaneamente, la conoscenza specifica di ogni singolo step necessario alla messa in atto della campagna. Il field marketing, per sua natura, fa parte di quello che in gergo viene definito marketing operativo, ovvero non tanto della progettazione, quanto della vera e propria messa in atto della strategia. 

Per questo nella totalità dei casi, anche i più grandi brand mondiali per realizzare le loro campagne di field marketing si affidano a soluzioni in outsourcing, ovvero ad agenzie di field marketing che operano esternamente all’azienda

Se vuoi utilizzare il field marketing per aumentare l’awareness del tuo brand, quindi la soluzione migliore per strutturare una campagna che sia in grado di raggiungere i tuoi obiettivi è contattare un’agenzia di field marketing. Un’agenzia  come Hostess&Promoter.  

Noi di Hostess&Promoter da più di 10 anni ci occupiamo di realizzare campagne di marketing operativo in tutta Italia e all’estero, per aiutare brand grandi e piccoli a incrementare la loro brand awareness

Vuoi saperne di più?
Scopri tutti i nostri servizi, oppure richiedici oggi il tuo preventivo gratuito. 

Affidati a noi, compila il form sottostante per ricevere un preventivo