ES / ENG

Come si diventa hostess per eventi?

Dress Code Hostess Eventi

Questa foto è stata scattata prima del Covid-19

Come si diventa hostess per eventi? Se lo chiedono le ragazze e – nel caso degli steward – i ragazzi che hanno compreso le opportunità che questa professione fornisce.

Rispondere è meno semplice di quanto si pensi in quanto la professione di hostess non è inquadrato all’interno di un solido sistema formativo. Non esiste una “facoltà” per diventare hostess e nemmeno corsi ufficiali. Le strade che possono essere intraprese, però, sono numerose.

Cosa fa una hostess per eventi?

Prima di parlare del percorso formativo è bene inquadrare la figura. Cosa fa una hostess per eventi nello specifico? Una precisazione: hostess e steward nell’immaginario collettivo sono spesso considerate come due professioni distinte. In realtà, sono la stessa cosa. Hostess, infatti, è il femminile di steward. Di conseguenza, steward è l’equivalente maschile di hostess.

Ad ogni modo, l’hostess per eventi è deputata a rappresentare l’azienda durante fiere, congressi, eventi di varia natura. Il suo scopo è fungere da immagine per l’azienda ma allo stesso tempo agevolare la partecipazione del pubblico o dell’utenza. Accoglie e fornisce informazioni sull’evento

L’hostess non va confusa con il promoter. Quest’ultimo infatti è specializzato nella promozione di un brand o di un prodotto, lo comunica spesso e volentieri in chiave persuasiva, si pone come obiettivo finale la vendita o almeno il rilascio di un contatto.

Ad ogni modo le mansioni delle hostess e dei promoter di tanto in tanto si sovrappongono. Ciò capita soprattutto quando l’evento si pone come finalità immediata la vendita di un prodotto o di un servizio. 

Quali sono i requisiti per diventare hostess per eventi

Spesso si associa alla professione di hostess per eventi il concetto di “lavoretto”. In buona sostanza, viene considerata come una professione da praticare per arrotondare, saltuariamente o al massimo come secondo lavoro. In ogni caso, l’equivoco nasce dall’età media delle hostess, che è generalmente bassa, al di sotto dei trent’anni. Per inciso, l’età dei promoter è molto più varia.

Di certo può capitare che alcune aziende puntino sull’improvvisazione, magari per risparmiare, ma questa raramente è una buona idea. La verità è che le hostess per eventi devono rispondere ad alcuni requisiti.

  • Bella presenza. Con questa espressione non si intende l’avvenenza, bensì l’aspetto curato. Insomma, la bellezza in senso stretto non conta. Conta come ci si pone, l’atteggiamento (che deve suggerire professionalità e accoglienza) e il vestiario. In buona parte dei casi, specie se gli eventi sono di un certo tenore, le hostess indossano un tailleur scuro mentre gli steward abito e cravatta.
  • Capacità comunicativa. Le hostess non si limitano a rappresentare esteriormente l’azienda ma interagiscono con i partecipanti all’evento. Devono saper comunicare il significato dell’evento, come si svolge, i contenuti etc. Per fare ciò è necessaria una certa capacità comunicativa, se lo scopo è da un lato trasmettere professionalità e dall’altro agevolare concretamente la fruizione dell’evento. 
  • Pazienza. I partecipanti possono nutrire le esigenze informative più disparate, possono avanzare richieste. In alcuni casi, possono anche dare filo da torcere. Da qui, la necessità di mostrarsi pazienti, accoglienti, di andare oltre gli oggettivi fastidi che la professione di hostess può comportare.

In alcuni casi, se gli eventi presentano un carattere internazionale o i partecipanti sono stranieri, alle hostess viene richiesta la padronanza dell’inglese, e se possibile di una seconda lingua straniera. 

Lavorare come hostess di eventi - Hostess & Promoter S.r.l

Questa foto è stata scattata prima del Covid-19

Cosa serve per diventare hostess per eventi

Fin qui, i requisiti di natura professionale. Cosa dire sui requisiti di natura tecnica? Sui titoli? In realtà, c’è ben poco da dire: non esiste un titolo di studio che possa certificare il possesso di competenze da hostess. L’unico requisito  formale è la maggiore età, mentre pur non essendo ufficiale risulta essenziale il possesso di un diploma di scuola media superiore. 

Per il resto, a fare fede è l’esperienza, che può essere comprovata attraverso il curriculum, il portfolio e le referenze, meglio ancora se esposte con una lettera. 

La formazione per diventare hostess per eventi

Come dovrebbe comportarsi una ragazza che vuole praticare la professione di hostess per eventi ma non possiede alcuna esperienza? Dove dovrebbe formarsi? Esistono alcuni corsi non ufficiali qua e là, ma il consiglio è di agire diversamente. Ovvero, di proporsi direttamente come hostess, ovviamente specificando l’assenza di esperienza.

Molte agenzie prendono sotto la propria ala ragazze senza esperienza e le formano. In buona sostanza, si impara sul campo. Nella stragrande maggioranza dei casi, a fare da insegnante, o per meglio dire da tutor, una hostess già in forze all’agenzia e dunque in grado di trasmettere best practices, nozioni e accorgimenti.

Ovviamente, occorre scegliere bene l’agenzia. L’identikit da privilegiare è quella di un’agenzia di marketing operativo con molte hostess già in organico, e che abitualmente cura la formazione di nuovo personale. Sarebbe anche utile che l’agenzia operi su molti campi: in questo modo l’hostess in erba potrà sviluppare competenze a 360 gradi, che gli permetteranno di gestire situazioni diverse.

Hostess&Promoter rispetta questi requisiti.

Siamo un’agenzia di marketing operativo che si avvale di una fitta rete di hostess, in grado non solo di eccellere nella propria attività ma anche di insegnare il mestiere alle nuove arrivate. Copriamo molti segmenti di mercato, curiamo gli interessi di clienti anche molti diversi tra di loro. Dunque, siamo il posto migliore delle aspiranti hostess che vogliono crescere e porre le basi per una bella carriera nel mondo del marketing operativo.

Affidati a noi, compila il form sottostante per ricevere un preventivo