Viene prima il branding, o il sell out?

Viene prima il branding, o il sell out?

Sell OutLa creazione di valore di un Brand passa anche per la sua visibilità. Ogni strategia deve essere impiegata per ottenere dei risultati e soltanto dopo si può parlare di vantaggi per il sell out.

La vecchia scuola vedeva il marketing come attività di spinta delle offerte commerciali di un’azienda per incrementare proporzionalmente le vendite. Il mondo, oggi, è ben diverso rispetto a quello di 30 anni fa e la società è sempre più liquida, mobile, esigente. I brand hanno dovuto raccogliere la sfida e svecchiarsi. Era una questione di sopravvivenza.

Oggi, parlare di vendite non basta più, o meglio, è l’ultimo tassello del puzzle. Sicuramente il più importante, ma tantissimi sono i fattori che stabiliscono il successo o il fallimento di un marchio. Attraverso anni di esperienza e di attività sul campo, ma soprattutto di errori diventati case-history, possiamo dire la nostra in merito a come incrementare il sell out.

Ed ecco che, per aumentare le vendite, serve lavorare sul brand! L’attività di branding è oggi fondamentale. Ogni brand deve comunicare i propri valori di marca, la propria promessa intrinseca e creare nel pubblico un sentimento di affezione e vicinanza. Dire che il proprio prodotto è migliore di un altro non basta, perché tutti lo dicono! Ciò che fa la differenza è saper comunicare il “perché” il nostro brand abbia uno o più valore aggiunto rispetto ai competitors.

Le attività di field marketing che proponiamo servono proprio a questo: immergere il brand nel contesto sociale e nelle giuste circuitazioni (coerenti rispetto al target di riferimento), creare intrattenimento e risonanza on e off-line, fidelizzare i consumatori. Se si raggiungono questi obiettivi, ad oggi pienamente monitorabili, le vendite saranno una conseguenza logica ed indiscussa.

L’errore che spesso si commette è quello di utilizzare come KPI diretto delle attività di field marketing l’aumento del fatturato (o peggio, dei volumi di vendita) che invece è il risultato di un più complesso insieme di attività di marketing che coinvolgono tutti i reparti strategici di un’azienda.

Quello che possiamo dire e fare è studiare le attività migliori per incrementare il valore del brand e il suo impatto sulla comunità, sulle persone, il vero obiettivo di ogni buona strategia che si rispetti.