ES / ENG

Lavorare come Hostess per Eventi: 7 consigli pratici

Non esiste un vademecum su come si può iniziare a lavorare come  hostess, o su come si deve lavorare: prima di ogni regola, la hostess è una figura che deve adattarsi a situazioni che sono ogni giorno diverse.

Hostess & Promoter ha però una solida esperienza nel settore, quindi sappiamo come consigliarvi al meglio: eccovi una piccola classifica con i nostri migliori “tips”!

1) Conoscere l’inglese. Ebbene si, ormai le fiere sono eventi internazionali, frequentati da un pubblico che lavora nel settore, spesso straniero, che vi chiederà  informazioni in inglese circa l’attività del vostro stand. E’ quindi necessario conoscere l’inglese, per poter rispondere correttamente e in maniera fluente.

2) Cura di Sé. Se lavorare come hostess non significa assolutamente essere modella, è però necessario avere un aspetto  curato: non ci sono misure o taglie restrittive, come nel campo della moda, ma rimane comunque un lavoro di immagine. E’ quindi essenziale presentarsi con un abbigliamento adeguato (quando non è fornito) in linea alle direttive ricevute, con capelli in ordine e un trucco leggero. Spesso è consigliato non portare orecchini o bracciali troppo vistosi.

3) Iscriversi a diverse agenzie. Conoscere l’inglese e avere un aspetto curato sono i due prerequisiti per poter iniziare a cercare lavoro, mentre le agenzie sono il modo più diretto per trovarlo: alcune, come la nostra, hanno un’iscrizione direttamente online, mentre per altre è necessario presentarsi di persona. Anche se un’agenzia ha sede in una città, molto spesso lavora in diverse zone (Hostess & Promoter, per esempio, lavora in tutta Italia!). In entrambi i casi, sono necessarie almeno due foto, una del viso e una a figura intera: non sono invece necessari i book fotografici.

4) Informarsi sulle selezioni in corso: questo non significa chiamare o scrivere continuamente all’agenzia. E’ infatti una pratica molto diffusa, che purtroppo sortisce l’effetto contrario e di cui anche noi, molto spesso, siamo vittime. Le agenzie seguono moltissimi eventi contemporaneamente, e sanno proporre ai profili giusti i lavori più indicati: insistere continuamente non farebbe che rallentare il loro lavoro, aumentandone lo stress (e fidatevi, quello non manca mai!)

5) Cercare di dare il massimo alla prima occasione: se avete accettato un lavoro, cercate di dare da subito un’ottima impressione. Siate quindi prepositive, interessate e disponibili a supportare al meglio l’evento. Anche se è un lavoro occasionale, cercate di farlo e di essere preparate sull’attività: le agenzie, anche se non presenti all’evento, chiedono sempre come si sono comportate le proprie hostess, per cui avere un buon feedback dal cliente significa sicuramente lavorare di nuovo per quella agenzia. Quindi è necessaria la puntualità, lo studio del briefing e, in generale, un atteggiamento dinamico e propositivo.

6) Chiedere ogni tipo di informazione sull’attività: l’agenzia che state supportando conta su di voi, quindi è essenziale che siate autonome nel gestire il  lavoro nel momento in cui siete in fiera: è importante, quindi, essere informate su tutto prima che l’attività inizi. Non esitate a chiedere al vostro Event Manager di riferimento qualsiasi delucidazione o dubbio: l’importante è farlo prima dell’evento!

7) Avere un forte problem solving:  possono accadere mille piccoli imprevisti ma è preferibile non lasciarsi scoraggiare. Attitudine pratica e capacità di organizzazione sono le qualità più importanti per chi vuole lavorare come hostess.

 

Se desideri inviare la tua candidatura, leggi prima questo articolo su come presentarci nel miglior modo possibile il tuo curriculum.