ES / ENG

Visual Merchandiser e Merchandiser: le figure che fanno la differenza INSTORE

Refil Merchandiser

Oggi, tra le figure più ricercate nel settore Retail ed Instore troviamo i visual merchandiser ed i merchandiser: i primi, esperti dell’immagine e del posizionamento del prodotto, i secondi, professionisti delle analisi numeriche di giacenze in magazzino e dei cicli di refill a scaffale o in testata di gondola.

Il ruolo dei merchandiser è cresciuto con l’aumento dell’offerta e della presenza di più prodotti simili sugli scaffali dei supermercati.

Queste figure hanno l’obiettivo di rendere i prodotti che seguono non solo visibili, ma anche accattivanti per aumentare la loro redditività e quindi influenzare il ROI instore.

In un mercato sempre più competitivo, dove ogni settore merceologico vede la presenza di centinaia di brand sulla grande distribuzione, ottenere una visibilità preferenziale è una delle chiavi di successo di un prodotto, al momento in cui arriva instore.blank

Sempre più brand, infatti, concorrono alla sfida per il raggiungimento della migliore visibilità a scaffale ed è quindi fondamentale avere un ufficio marketing scaltro ed organizzato che sappia trovare i giusti accordi con i punti vendita.

 

Merchandiser, il profilo professionale più prezioso alle aziende.

 

Oggi non c’è attività di merchandising senza figure professionali dedicate; questo spiega come il merchandiser sia diventato indispensabile per le aziende del settore FMGC, che distribuiscono i propri prodotti su più insegne e a livello nazionale.

 

Il merchandiser è infatti il responsabile del posizionamento e della visibilità del prodotto all’interno di un punto vendita. Dal momento in cui un prodotto arriva instore, le previsioni e statistiche aziendali cedono il passo a dati ed analisi riportate ciclicamente dai team di merchandisers sul campo.

 

Chi può essere migliore portavoce per l’azienda di chi lavora sul campo? Occhi attenti e analitici che proteggono i prodotti dal caos concorrenziale e supervisionano l’andamento della concorrenza.

Attenzione: un merchandiser non è un bravo promoter, ma rappresenta l’azienda committente in loco.

Il visual merchandiser è secondario?

Un visual merchandiser non è una figura opzionale, anche se il pensiero comune è che rappresenti la stessa figura del merchandiser.

Come accennato sopra, il visual merchandiser si occupa dell’aspetto visivo e strutturale della presenza di un prodotto instore.

Il visual merchandiser è il responsabile degli allestimenti degli spazi espositivi, delle isole promozionali o dei corner all’interno del punto vendita, del supermercato o di una catena di negozi.

Il suo obiettivo è rendere visibile ed accattivante uno o più prodotti attraverso allestimento e posizionamento Instore, assicurandosi che le linee guida aziendali vengano perfettamente rispettate.

Non si occupa solo di allestimenti instore, ma anche di reperimento materiali adatti ad ogni situazione e la loro manutenzione nel tempo.

La presenza della figura professionale del visual merchandiser insieme al merchandiser è il primo vero grande passo per il successo di un prodotto INSTORE.

Il merchandising non è solo esecuzione perfetta di direttive aziendali. 

Non basta avere un team di merchandiser che ruotino sui punti vendita e svolgano le direttive dell’azienda o dell’agenzia di marketing operativo che commissiona il servizio.

I visual instore non sono meri esecutori di direttive aziendali, ma tramite il loro know-how ed il rapporto con l’azienda, contribuiscono a suggerire idee e progetti per gli allestimenti, misurati alle dimensioni del punto vendita o della localizzazione geografica con medie di affluenze o target talvolta completamenti differenti.

Un merchandiser dà suggerimenti sul posizionamento del prodotto dell’azienda committente ed un quadro analitico su prezzi, visibilità e vendite della concorrenza; supervisiona la consegna e la distribuzione delle scorte di prodotto, evidenziando eventuali rotture di stock; posiziona i prodotti a scaffale seguendo le linee guida aziendali; pianifica la gamma di prodotti e monitora le vendite; reportizza e analizza l’efficacia delle promozioni; lavora in collaborazione con il visual merchandiser per decidere l’esposizione delle merci secondo la brand identity.

E non è finita qui: un merchandiser professionale porta avanti un’importante attività di PR con i responsabili dei punti vendita e di reparto, sia in GDO che in GDS, mantenendo gli equilibri tra aziende e catene distributive.

Le buone relazioni con i punti vendita sono spesso sottovalutate! Uno skill fondamentale per un buon merchandiser. Attività merchandising di refilling prodotto instore

 

Elementi imprescindibili per un buon servizio di merchandising.

Il visual merchandiser ed il merchandiser presidiano il punto vendita in modo ciclico, ma costante e rappresentano l’occhio vigile ed esperto per l’azienda committente.

Ecco gli elementi più importanti di un servizio merchandising:

  • Refilling, la continuità di presenza del prodotto su scaffale è la base (le rotture di stock sono un danno enorme!)
  • Reshelving e Shelf Marketing, garantire un preciso inventario e lo studio sulle posizioni migliori dei prodotti a scaffale così da raggiungere l’attenzione del proprio target
  • Meccaniche promozionali che facciano da specchi per le allodole (le promozioni aiutano il brand a vendere di più, non a svalutare li prodotto)
  • Progetti di Allestimento originali: non solo presenza su scaffali ma ciclicamente prodotti su isole promozionali

Possiamo quindi riassumere che il Merchandiser e visual merchandiser sono parte integrante del ciclo di un prodotto e, con una chiara e strutturata visibilità instore, garantiscono l’aumento delle vendite dei prodotti esposti attraverso una presenza continuativa e una visibilità strategicamente accurata.

Le 3 regole di un prodotto Instore.

Oggi il marketing ha conquistato ogni aspetto della nostra vita, ovunque ci troviamo, qualsiasi cosa facciamo, ovunque andiamo, le sue strategie non dormono mai.Isola Promozionale per attività promozionale instore

Se non sei presente, non posso comprarti.

Diventa quasi un’ovvietà, quella che chiamiamo la regola 1: se non sei presente instore, tra la concorrenza, non hai alcuna chance di essere acquistato.

Se non sei visibile, è possibile che non ti compri.

La regola 2 non è un’ovvietà, ma è un concetto che oggi diventa un must assoluto e che ha mosso molti marketing manager ad analizzare e misurare le tendenze d’acquisto di prodotti a scaffale. Una volta che si ottiene la presenza nella grande distribuzione organizzata (o anche in quella specializzata), diventa fondamentale farsi notare, ma non tutti i prodotti posti sugli scaffali vengono visti in egual modo. Questo incide sull’effettivo incremento delle vendite.

Se non mi colpisci, potrei comprare altro.

L’analisi del posizionamento a scaffale non è l’unico parametro da considerare per aumentare le vendite di un prodotto. Packaging e grafica fanno una gran differenza per colpire subito l’attenzione del cliente.

Efficace anche l’isola promozionale all’interno di un supermercato, che garantisce una visibilità importante rispetto alla concorrenza, con un appeal significativo se si aggiungono dinamiche promozionali correlate.

blankIl team di merchandiser di Hostess & Promoter:

Eseguiamo attività di marketing operativo mirata al sell-out del tuo prodotto, suggerendoti le figure più appropriate e proponendoti dinamiche promozionali idonee al raggiungimento dei tuoi obiettivi a medio e lungo termine e su scala nazionale.

Partendo dai tuoi obiettivi di vendita, costruiamo insieme un’esperienza che raggiunga il tuo target, garantisca un costante rifornimento e una migliore visibilità nel tuo mercato di riferimento.

Grazie al nostro CRM, possiamo ricercare le competenze più adatte per ogni attività all’interno di un database di 120,000 profili distribuiti su tutta Italia.

  • Assunzione della persona con contratto a chiamata a norma di legge haccp ed eventuali scarpe antinfortunistiche.
  • Pratiche documentali con il punto vendita, assicurazione, visura camerale inviate ad hoc.
  • Servizio back office con un account manager dedicato per i recall e l’invio della documentazione nei tempi e modi previsti dalla catena distributiva.
  • Realizzazione di piattaforma dedicata con APP dedicata al merchandiser per certificare: posizionamento geografico tramite gps, orario del check, caricamento vostri prodotti e codici a barre e scansione con nostra app per rottura di stock automatizzato, invio foto.
  • Sostituzione dei merchandiser in caso di malattia, ferie per garantire il servizio indipendentemente dalla persona.
  • Account dedicato al progetto interno all’ufficio.
  • Reportistica aggiornata in tempo reale con statistiche e foto

Richiedi un preventivo gratuito e raccontaci l’attività che avevi in mente di svolgere e gli obiettivi che vuoi raggiungere. Ti aiuteremo a portare a casa il punto.

Azienda (*)
Referente (*)

E-mail (*)


Telefono (*)


Oggetto


Messaggio


INSERISCI ALLEGATO


(*) Campi obbligatori
error: Content is protected !!