ES / ENG

Strategie per aumentare la fedeltà al marchio del tuo punto vendita

Testing & Sampling in Farmacia -Marketing Farmaceutico

Questa foto è stata scattata prima del Covid-19

Aumentare la fedeltà al marchio è un obiettivo essenziale per ogni brand dal momento che questo fattore è uno degli elementi che maggiormente contribuiscono al successo di un business. Avere dei clienti fedeli, infatti, significa ottenere acquisti periodici e continuativi, senza dover necessariamente competere su fattori specifici come, ad esempio, il prezzo dei prodotti offerti dallo store. 

L’aumento della fedeltà al marchio del punto vendita o, in gergo, l’incremento della store loyalty, però, non può essere considerato un obiettivo a breve termine, anche se viene determinato dalle strategie di marketing adottate dal brand

L’incremento della store loyalty, infatti, è un processo completamente incentrato sulla soddisfazione del cliente. Aumentare la customer satisfaction (questa è la traduzione inglese di soddisfazione del cliente) significa soddisfare o addirittura superare le aspettative che il cliente stesso ha nei confronti dell’offerta di un determinato brand. Per poter stimolare la customer satisfaction, infatti, è necessario che il cliente percepisca dei vantaggi dal rapporto costi benefici di un determinato prodotto. 

E’ proprio la customer satisfaction che determina la customer loyalty e di conseguenza la store loyalty.  

Ma quali sono le migliori strategie per aumentare la fedeltà al marchio e, di conseguenza, per stimolare la store loyalty? 

Noi di Hostess&Promoter abbiamo deciso di scrivere questo articolo proprio per rispondere a questa domanda. Prima di poter parlare di strategia, però, è necessario comprendere come si misura la fedeltà al marchio in uno store. Anche la store loyalty, infatti, come ogni obiettivo di marketing, deve essere misurabile. 

Store loyalty: come si misura la fedeltà al marchio in uno store? 

Come abbiamo già anticipato, dal punto di vista della misurazione, la store loyalty cerca di valutare l’attitudine di un cliente alla reiterazione dell’acquisto, ovvero a comprare determinati prodotti sempre nello stesso store, evitando quella che in gergo viene definita customer defection, ovvero la tendenza dei clienti di rivolgersi ad altri punti vendita per acquistare la stessa tipologia di prodotti. 

Le metriche da prendere in considerazione per la misurazione della store loyalty sono, quindi:

– volumi d’acquisto 

– ciclicità

– arco temporale

– persistenza della fedeltà del cliente

Per poter valutare la store loyalty, quindi è necessario prendere in considerazione la quantità di beni che i clienti acquistano in modo ciclico, all’interno di un determinato arco temporale – stabilito in base, ad esempio, all’effettiva product life,  ovvero alla vita del prodotto.   

Valutando queste metriche sarà possibile misurare il grado di store loyalty sia prima che dopo aver messo in atto le strategie di marketing dedicate ad aumentare la fedeltà al marchio del punto vendita. 

Promozione In Store con Degustazione

Quali sono le strategie di marketing per aumentare la fidelizzazione del cliente in uno store? 

Per poter strutturare delle strategie mirate per aumentare la fidelizzazione del cliente all’interno di uno store è fondamentale comprendere che il contesto d’acquisto è sempre più complesso, e che i clienti con il passare del tempo sono sempre meno coerenti nelle preferenze rispetto ai brand e agli store nei quali acquistare. 

Proprio per questo motivo quando si sceglie una strategia per incrementare la store loyalty è necessario puntare sia sulla store experience, che su attività specifiche come l’in store promotion. 

Cos’è la store experience? 

La store experience, o shopping experience, è l’esperienza che prova il cliente all’interno di uno store durante i suoi acquisti. 

I fattori essenziali per una buona store experience sono:

Location
la location, ovviamente, costituisce un punto cruciale nell’esperienza di acquisto. La scelta della location deve essere in linea con gli interessi del target e con le sue abitudini. Solo così i prospect e clienti saranno naturalmente invogliati ad entrare nello store, soprattutto se questo risulta curato dal punto di vista estetico.

– Layout esterno
le vetrine e la struttura esterna dello store hanno un certo peso riguardo alle scelte del cliente, e anche alla store loyalty. Se anche il cliente non fosse interessato ad acquistare nel primo momento, un layout esterno ben strutturato potrebbe contribuire a rendere il negozio ben memorizzabile e quindi a farlo scegliere per un acquisto postumo alla prima visita.

– Layout interno
con il termine layout interno si intendono tutta la disposizione degli interni dello store, lo  studio dei percorsi e le tecniche specifiche di esposizione dei prodotti per invogliare all’acquisto, dette visual merchandising. I clienti sono fedeli agli store in cui riescono a muoversi bene, che sono strutturati per permettere loro di acquistare in tranquillità. Confusione, spazi non definiti, visual merchandising non curato e impossibilità di reperire i prodotti  sono i principali motivi per i quali i clienti, dopo un primo acquisto in uno store, decidono di non ritornare più.

 

Una buona store experience  invoglierà i clienti a tornare ad acquistare, e quindi costituisce una buona base per stimolare il cliente all’acquisto reiterato nel tempo.
 

Oltre alla store experience, però, per fidelizzare il cliente all’interno del punto vendita è necessario utilizzare tecniche di loyalty marketing come la già menzionata in store promotion. 

Aumentare la store loyalty andando oltre alla store experience

Come abbiamo già accennato, quindi, il primo passo per garantire un buon livello di store loyalty è fornire al cliente un’ottima esperienza d’acquisto. 

Ma spesso, però, la sola esperienza d’acquisto non basta. 

Per poter consolidare il  rapporto con i propri clienti è necessario dar loro un motivo per entrare nello store e, soprattutto, per preferirlo rispetto ai competitor.
Per poter incrementare la store loyalty e la fidelizzazione del cliente, quindi è necessario abbinare ad un’ottima store experience anche delle strategie di in store promotion soprattutto face to face, che oltre che a promuovere determinati prodotti, permettano al cliente di vivere un’esperienza unica. 

Aumentare la fedeltà al marchio del negozio grazie all’in store promotion

Quando si parla di in store promotion ci si riferisce a delle specifiche strategie di marketing, anche face to face, che vengono realizzate direttamente all’interno del negozio.

Le strategie di in store promotion più comunemente impiegate all’interno degli store per aumentare la fedeltà al marchio sono:  la distribuzione di coupon e codici sconto e l’utilizzo di tessere fedeltà. 

E’ essenziale comprendere, però, che l’in store promotion non è limitata a queste tre opzioni, ma che per essere funzionale deve integrare una modalità di coinvolgimento specifica, che renda partecipe il cliente in prima persona e che gli permetta di toccare con mano prodotti prima di acquistarli. 

Questa tipologia di marketing in store viene definita marketing esperienziale, ovvero il marketing che fa provare un’esperienza. Le più conosciute tecniche di marketing esperienziale utilizzate all’interno degli store sono:

– tasting 

– sampling 


Entrambe queste attività sono utilizzate per fare in modo che il cliente possa provare il prodotto in prima persona, attraverso piccoli assaggi oppure di campioni omaggio. 

Associando delle campagne periodiche di tasting o sampling ad una buona store experience si incrementeranno notevolmente sia il tasso di store loyalty che quello di fedeltà al marchio. 

Tasting e sampling, tuttavia, sono momenti specifici nei quali è necessario entrare in contatto direttamente con il cliente senza, però, far percepire l’approccio come un’invasione del momento d’acquisto all’interno dello store. Proprio per questo motivo per portare a termine delle strategie di in store promotion vincenti è necessario rivolgersi a del personale professionale, che sappia approcciare il cliente nel modo giusto al momento giusto.

Ma come scegliere questi profili professionali?

Promoter sorridente per promozione prodotti in GDS

A chi rivolgersi per realizzare una strategia di in store promotion che abbia come obiettivo la fidelizzazione del cliente? 

Strutturare una campagna di in store promotion significa mettere in atto conoscenze specifiche, avvalersi della collaborazione di personale professionale e, contemporaneamente, monitorare i risultati. Di fatto, quindi, per strutturare una campagna di in store promotion che funzioni per aumentare la fedeltà al marchio dello store è essenziale rivolgersi a dei professionisti del marketing operativo. Professionisti come Hostess&Promoter

Grazie alla nostra agenzia di marketing operativo specializzata in field marketing potrai aumentare la store loyalty e la fedeltà al marchio grazie a:

– tour indoor e in store marketing, entrambi incentrati sul marketing esperienziale e quindi sul coinvolgimento diretto del cliente da fidelizzare

– la realizzazione di materiale promozionale specifico (in gergo materiale PoP) che possa supportare hostess&promoter nelle loro azioni di promozione

– la gestione completa di kitting e logistica

– l’accesso a più di 300.000 profili professionali, tra i quali selezioneremo quelli più adatti alla tua campagna di in store promotion. 

 

Cosa aspetti?
Richiedici un preventivo gratuito per strutturare la tua campagna di in store promotion e aumentare la tua store loyalty

Hostess&Promoter, soluzioni di field marketing

Affidati a noi, compila il form sottostante per ricevere un preventivo