ES / ENG

Shopping Experience: 4 modi per migliorarla

SHopping experience

 

Con le parole shopping experience, ovvero esperienza di acquisto, si definisce e delimita il periodo temporale, all’interno del quale, un cliente effettua uno o più acquisti, presso il vostro negozio.

 

Nel nostro caso, ci riferiremo al tempo che il cliente spenderà dal momento in cui varcherà la soglia del vostro negozio, a quello in cui uscirà, dopo che avrete saputo convertire la sua necessità o interesse in una vendita concreta. 

 

Spesso, molti proprietari di negozi o grandi aziende, sottovalutano l’importanza e potere dell’intera esperienza di acquisto che i propri clienti possono sperimentare, focalizzandosi erroneamente solo sull’obiettivo finale, ovvero il loro acquisto.

All’interno dell’articolo di oggi vi spiegheremo brevemente come poter migliorare e quindi sfruttare la shopping experience all’interno dei vostri punti vendita.

1. Esperienza e ricordo: musica, profumo e shopping bag 

Dovrete iniziare a pensare alla shopping experience come una sorta di viaggio che il cliente intraprende all’interno del vostro punto vendita; e si sa che tutti coloro che partono per un piccolo o lungo viaggio desiderano solo tornare a casa con ricordi memorabili.

Sfruttate tutto il tempo a vostra disposizione per conquistare il vostro potenziale cliente. Musica in diffusione, profumo, e confezionamento impeccabile dei propri acquisti sono sicuramente i punti fondamentali che non potrete non prendere in considerazione. Tutti questi aspetti, se selezionati adeguatamente secondo la vostra Brand Identity, amplificheranno facilmente anche gli aspetti di quest’ultima.

 

shopping experience

 

2. Shopping experience guidata

Alcune persone desiderano essere accompagnate e guidate all’interno della propria shopping experience; altre invece, preferiscono finalizzare il proprio acquisto in totale autonomia. Partendo dal presupposto che nessuno potrà indovinare i pensieri di qualcuno, limitatevi inizialmente ad offrire la vostra attenzione ai vostri clienti. Qualora fossero interessati a sfruttare la vostra esperienza, potrete consigliare opportunamente loro i prodotti più indicati alle necessità; altrimenti, potrete solo sperare di incontrarli alla cassa del vostro negozio. In questa fase della shopping experience, potrete inoltre decidere di assumere risorse aggiuntive (magari anche solo nei giorni di maggior affluenza), come promoter o brand ambassador, così da attirare maggiore attenzione e creare engagement tra il target desiderato ed i vostri prodotti. 

3. Servizi aggiuntivi: posti a sedere, wifi, iphone charger 

Che sia una persona sola, oppure in presenza di un accompagnatore, non troverete nessuno che non apprezzerà quanti più servizi potrete offrire all’interno di un negozio.

 

Comodi posti a sedere, rete Wi-Fi e prese per ricaricare il proprio telefono, possono essere alleati molto preziosi e invitanti, da inserire all’interno di un faticosissimo pomeriggio di shopping. Meglio sfruttare i punti deboli dell’avversario!

4. Feedback e review dei prodotti di maggior successo

Ultimo, ma non per importanza, i vostri potenziali clienti apprezzeranno di sapere che quel prodotto, proprio quello in particolare, all’interno della vostra selezione, è stato il più acquistato o maggiormente votato tra tutti.

 

Usate la creatività e implementate comunicazioni ben visibili in prossimità dei prodotti che hanno registrato finora maggiore successo dal vostro target, magari coinvolgendo le vostre pagine social. Questo contribuirà a divertire e allo stesso tempo convincere il cliente, che si affiderà al feedback di altre persone, e quindi alla cosiddetta social proof (riprova sociale).

 

 

VORRESTI AMPLIFICARE E MIGLIORARE LA SHOPPING EXPERIENCE ALL’INTERNO DEL TUO NEGOZIO INSIEME ALLE NOSTRE RISORSE? CONTATTACI PER DEFINIRE UNA STRATEGIA CON IL NOSTRO TEAM