Adriana, la mamma hostess

Adriana, la mamma hostess

Adriana-mamma hostess
Mi chiamo Adriana e sono una mamma hostess. Il mio cognome ha origini greche, sono nata in Albania e sono cresciuta praticamente tutta la vita in Toscana.

Da 4 anni vivo a Milano; il mio segno zodiacale è quello della Vergine, sono nata negli anni ‘90, ho 2 piercing ed un tatuaggio piccolo sulla schiena, oltre ad una tartaruga domestica.

Inizia così la nostra intervista con Adriana, che conosciamo ormai dal 2012 quando faceva la sua prima esperienza lavorativa: una in-store promotion firmata Citroen, per poi lavorare con Limoni, Foot Locker, Lovable, Salone del Mobile e tanti altri.

Oggi Adriana ha 25 anni e vive, con il fidanzato e sua figlia di quasi 3 anni, una vita fatta di semplicità ed amore.

Durante l’intervista Adriana ci parla di tante cose, iniziando dalla musica; ci confessa, infatti, che vorrebbe incontrare dal vivo Bill Kaulitz (per chi non lo conoscesse è il cantante dei Tokio Hotel) perché ha segnato la sua adolescenza.

L’ultima volta che si è innamorata è stato 3 anni fa, quando ha accolto tra le braccia la piccola Chloe, sua figlia, dalla quale non si è più staccata.

hostess make up

Adriana fa la mamma hostess full time e la sua priorità è sua figlia, anche se spera che il futuro le riserverà nuove opportunità per crescere sotto altri profili. La vita non si ferma all’essere mamma, ma ci sono momenti in cui ha poco senso correre in ogni direzione. Va scelta una strada e percorrerla con dedizione e con presenza, fino alla fine.

Vediamo come la nostra mamma se la cava con un’intervista botta e risposta!!

Sei pronta? “Prontissima”.

Meglio lasciare o essere lasciati? “Assolutamente LASCIARE”.

La prima cosa che pensi la mattina appena ti svegli. “Cibo! Ho fame!!!”

La tua frase da film preferita: “Ci sono momenti in cui uno vorrebbe dire tante cose, che forse il modo migliore per dirle è stare zitto – dal film Il Ciclone”

Parola che dici più spesso: per chiamare qualcuno “Oh ninnino”

Cosa fai quando ti senti giù? “Musica a palla e mia figlia che balla con me. Subito torna il sereno”.

Chi sei, oltre ad una mamma hostess? “Un’artista. Amo dipingere, ma non ho mai fatto un corso per imparare a farlo. Dipingere quadri mi viene naturale e mi fa viaggiare mentalmente, mi fa evadere da spazi e tempi che talvolta mi stanno stretti.

In fondo, che senso avrebbe la nostra vita se non potessimo sognare qualcosa di diverso da ciò che abbiamo già?”.